Español | Italiano | Francais | English Archivi multimediali Glossario Precedente 1 di 1 Successivo



Introduzione

Bleriot y firma de Jorge ChavezQuesto disco compatto interattivo/sito web, dal titolo Centenario dell’impresa di Jorge Chavez, compendio biografico, è stato preparato per commemorare il centenario della gloriosa impresa aerea realizzata il 23 settembre 1910, dall’insigne aviatore ed ingegnere Jorge Chavez. Le sue pagine contengono momenti della breve vita di questo coraggioso ed intrepido giovane peruviano nato in Francia, il quale brillò davanti al mondo intero con luce propria e diede gloria al Perù all’inizio del secolo XX, realizzando un’impresa di trascendentale importanza per la nascente attività aerea mondiale, salendo su un fragile aeroplano monoplano Bleriot XI, fabbricato in legno, ricoperto parzialmente di tessuto e spinto da un piccolo motore di scarsi 50 cavalli di forza, per attraversare con lui le imponenti Alpi, da Briga, Svizzera, a Domodossola, Italia, in un volo mai realizzato. In quel volo, Chavez affrontò con il suo fragile aereoplano le grandi vette rocciose, coperte in parte dalla neve, esponendosi alle basse temperature esistenti e evitando profonde gole che non offrivano posto per un atterraggio d’emergenza. Combattè duramente con le forti correnti d’aria, ascendenti e discendenti, che producevano severe turbolenze facendo vibrare e scricchiolare la macchina alata che egli guidava.

Coloro che hanno avuto l’opportunità di essere aviatori e di comandare un aeroplano dalle alte prestazioni sorvolando le Alpi ed il campo di Domodossola, disponendo degli appropriati strumenti di navigazione, di comunicazione, offerti dal progresso dell’epoca attuale, di cabina pressurizzata e di emergenza, possono capire quanto sia stato difficile e rischioso il volo intrapreso da Chavez, in una macchina molto leggera, molto fragile, con un motore molto poco potente, senza strumenti di volo e senza disporre di una cabina che offrisse un’adeguata protezione al pilota, né un paracadute che gli salvasse la vita in caso di abbandono dell’aeroplano in un’emergenza. Perciò, dobbiamo riconoscere che fu molto grande la tempra, lo lancio ed il valore dimostrato da questo giovane peruviano, impegnatosi nell’affrontare, con audace decisione, la sfida di sorvolare le Alpi, sfida che vinse, perché, in effetti, sorvolò le imponenti Alpi!, ma ad un alto costo, che fu il sacrificio della sua propria vita. La sua morte avvenne dopo quattro giorni di sofferenza ed agonia, senza che gli sforzi dei medici, con gli scarsi mezzi di allora, potessero controllare i danni fisici subiti.

I differenti capitoli di questo libro ci faranno conoscere una sintesi dei suoi dati biografici, riferiti all’infanzia ed adolescenza, alla sua famiglia, agli studi che realizzò, alla sua orientazione verso l’attività aerea ed i suoi risultati, ai preparativi per la traversata delle Alpi, alle caratteristiche e cambiamenti del suo aeroplano Bleriot XI, all’ottenimento del record d’altezza, all’inizio della competenza, al tentativo di sorvolo, alla realizzazione dell’impresa dell’attraversamento delle Alpi, all’ultima intervista e alla sua agonia, morte ed esequie. Ma c’informeranno anche sulla consegna al Perù dei resti dell’aeroplano Bleriot XI nel 1911, sui monumenti eretti alla memoria di Jorge Chavez e sul rimpatrio dei suoi resti mortali nel 1957.

Questo disco compatto interattivo/sito web contiene un’ampia informazione testuale, accompagnata da più di 300 fotografie, videocassette, narrazioni con audio, poesie e canzoni, rappresentazioni artistiche, diagrammi, una storiella animata, copie di documenti originali, timbri, cartoline, poster, trascrizioni di articoli del giornale Il Commercio di Lima e titoli di altri giornali, oltre ad alcune rassegne di articoli del 1910, 1937 e 1957 riguardanti Jorge Chavez Dartnell.

   
  Precedente 1 di 1 Successivo